Now Playing Tracks

Ecco di nuovo Elisa, ora ha 21 mesi. La bambina ha continuato ad esercitarsi col padre e sotto la sua guida è adesso capace di leggere e comprendere intere frasi. Elisa non imita semplicemente dei suoni ma comprende ciò che legge, la bambina infatti esegue puntualmente i compiti decritti nelle frasi composte dal padre.

Lei è Elisa, ha 18 mesi ed è ben lontana dal momento in cui un bambino di solito si approccia alla lettura. Elisa ha solo un anno e mezzo e dovrà aspettare ancora un pò per accedere alla fase di prescolarizzazione. Nonostante ciò questa bambina non solo ha acquisito un vocabolario più ricco del previsto ma riesce addirittura a leggere! Questo grazie ad un quotidiano esercizio sotto la paziente guida dei genitori. Tutto ciò va a supporto di quanto sostenuto da Vygotskij, il quale individua una stretta relazione tra sviluppo e apprendimento: egli, infatti, considera il bambino come un costruttore attivo delle sue conoscenze, all’interno però di un contesto socio-culturale che gliene offre gli strumenti. Egli crede che l’educazione dovrebbe essere basata sul livello potenziale e non su quello reale. L’adulto più abile si basa, allora, sulla competenza che il bambino già possiede e gli presenta delle attività che richiedono un livello di capacità lievemente al di sopra di dove si trova in quel momento il bambino. L’adulto, fungendo da modello indirizza il bambino attraverso la partecipazione collaborativa, l’incoraggiamento e il confronto.

Il fenomeno della gravidanza isterica non colpisce solo le donne della specie umana, ma anche animali. Un esempio ne è la femmina del cane.
La gravidanza isterica colpisce il 50-70% delle cagne e può verificarsi già dopo il primo calore.
La cagna che ne è affetta presenta tutti i tipici segnali della gravidanza pur non essendo avvenuto il concepimento, compresi l’aumento di dimensioni dell’utero, il turgore della mammella, la secrezione lattea, la preparazione del nido e l’eventuale adozione di piccoli giocattoli come surrogati dei neonati, a volte si può osservare un modesto flusso vulvare mucoso poco abbondante. La cagna tenderà a camminare portando con se pupazzi e giochi e potrà avere episodi di vomito o diarrea. Inoltre, è generalmente più affaticabile, più nervosa, emette gemiti e tende a non stare mai ferma. L’appetito potrà subire dei cambiamenti notevoli e vanno dall’estrema voracità all’inappetenza. I sintomi compaiono sempre entro il secondo mese dal calore (più precisamente, dalla fase dell’estro) e possono persistere anche per trenta giorni, culminando con la vera e propria produzione di latte.

La gravidanza isterica

Se c’è un esempio potente di come la mente umana sia in grado di modificare e agire sul corpo questa è la cosiddetta pseudociesi o gravidanza isterica. Il termine pseudociesi fu coniato da John Mason Good dal greco pseudes (falsa) and kyesis (gravidanza) nel 1823. E’ una condizione molto rara in cui una donna presenta una serie di sintomi fisici e psicologici che “mimano” una gravidanza che non è in atto.

I sintomi più comuni sono la convinzione pervicace di essere incinta (100%) la sensazione di avvertire movimenti fetali (dal 48 al 75%), cambiamenti morfologici e secretivi del seno (59%), ingrossamento addominale (97%), irregolarità mestruali (98%), galattorrea (56%), aumento di peso (44%) e financo dolori da travaglio e falsi parti (1%). Quello che manca è la possibilità di auscultare il battito cardiaco del feto, il feto non si vede all’ecografia e ovviamente non si arriva ad alcun parto.

Di gravidanza isterica parlava già Ippocrate nel 300 a.C. e molto nota è la storia sintomatologica di Mary Tudor, regina di Inghilterra. Un picco di incidenza fu riportato fra il 1890 e il 1910 con 156 casi segnalati nella letteratura inglese, mentre solo 42 casi furoni riportati tra il 1959 e il 1979, oggi si stima un tasso di una gravidanza isterica ogni 22.000 nascite.

L’età media delle donne affette da questo disturbo è di 33 anni sebbene siano stati riportati casi di donne molto giovani (6 anni e mezzo) e molto anziane (79 anni). Più dei due terzi sono sposate e circa un terzo sono state incinta almeno una volta. Le donne vittime di incesto hanno un rischio maggiore di sviluppare gravidanze isteriche così come coloro che hanno una storia di infertilità alle spalle(il 59% di tutti i casi). Da un punto di vista culturale e geografico la condizione è diminuita drammaticamente in quelle parti del mondo in cui i test di gravidanza sono diventati largamente disponibili, mentre nelle culture che danno molto valore alla gravidanza e che fanno strette associazioni fra fertilità e il valore di una persona hanno ancora un alto tasso di incidenza. Da un punto di vista causale non c’è un accordo univoco fra gli studiosi anche se sembra plausibile che la gravidanza isterica sia il risultato di un delicato loop a retroazione fra mente e corpo.

Uno stato emotivo iniziale (un desiderio disperato o una paura della gravidanza, si tratta di persone per le quali la gravidanza diventa estremamente rilevante per la propria identità e la propria autostima) indurrebbe un’ abnorme secrezione di ormoni come la prolattina, che a loro volta produrrebbero i loro propri effetti fisici e psicologici come il gonfiore addominale e la secrezione di latte ecc. e la sensazione di maternità.

Challenges for the third week

cogsci2010:

Look for evidences in favour or against the sensorymotor coupling, that is the hypothesis that perceptual and motor systems evolved and works as one.

The phantom limb is an extreme conditions but there are more mundane situations that are expression of the same process, that is the  projection of brain’s construction of our assumed reality in the world (which include ourselves). Looks for examples

Pick one

To Tumblr, Love Pixel Union